Ortona



Ortona (Ὄρτων, Hortòn in greco antico, Urtóne in abruzzese, precedentemente conosciuta anche come Ortona a mare) è un comune italiano di circa 23mila abitanti della provincia di Chieti in Abruzzo.

È il quinto comune provinciale per estensione territoriale. La storia antichissima della città risale ai popoli Frentani, che usavano lo scalo commerciale come principale fonte economica del territorio. Dopo la caduta della Roma conquistatrice, Ortona fu ricostruita ex novo dai Longobardi, e poi dai Normanni, trascorrendo periodi alterni di florida economia e altri di incursioni e distruzioni. Nel 1258 la città ospitò in maniera permanente nella Cattedrale le reliquie di San Tommaso Apostolo, diventando un punto di riferimento nel campo religioso. Dopo battaglie varie con la città rivale di Lanciano, Ortona passò in mano a Jacopo Caldora che ricostruì la cinta muraria. Divenuta poi città molto cara a Margherita d’Austria, vide la costruzione del palazzo Farnese (XVII secolo).

Durante L’Ottocento fu rappresentata culturalmente da Francesco Paolo Tosti e Gabriele D’Annunzio. Durante la Seconda guerra mondiale Ortona diventò capo marittimo della linea Gustav, con estremo opposto a Cassino, e tra il 21-28 dicembre del 1943, con la “battaglia di Ortona” visse uno dei periodi più tristi e tragici della sua storia, con la distruzione di gran parte del centro cittadino per la guerriglia urbana tra tedeschi e canadesi.

Oggi la città è fortemente sviluppata e ricostruita, scalo marittimo principale della regione abruzzese con il suo porto, il più grande d’Abruzzo.

Spiagge

  • Sabbia: Lido Riccio, Lido Saraceni
  • Pietre/roccia: Spiaggetta dei Pescatori, Ripari di Giobbe, Acquabella

Musei

  • Istituto Tostiano
  • Palazzo Farnese (Pinacoteca Cascella + Ex Libris)
  • MuBa (Museo della Battaglia)

Luoghi da Visitare

  • Cattedrale di San Tommaso Apostolo
  • Teatro Francesco Paolo Tosti
  • Passeggiata Orientale
  • Castello Aragonese
  • Cimitero Canadese
  • Pinetina di San Donato
  • Porto e Molo Turistico

I commenti sono chiusi